AlbumArte
AlbumArte

Delphine Valli

Delphine Valli (Champigny-sur-Marne, Francia, 1972)

Delphine Valli vive e lavora a Roma dove si è diplomata all’Accademia di Belle Arti in Scultura nel 2002. La sua ricerca artistica ha origine dalla fascinazione provata nell’osservare l’ambiente circostante e interroga l’apparente immutabilità delle cose. Esplora le tensioni che si creano tra l’intervento artistico e lo spazio, coinvolgendolo come elemento plastico. Con il termine scultura identifica un interesse che ruota attorno allo spazio, alle sue qualità intrinseche – visibili e non – e ad un esito che non metta in gioco valori simbolici bensì una connessione con la natura stessa della nostra esperienza.

Vincitrice dell’Italian Council, X edizione, Grant di ricerca con residenza estera, 2021. Tra le mostre e partecipazioni, La Forma dell’Oro / Cosmic Attraction (Building, BuildingBox, Milano, 2021); La Madonna di Foligno, il meteorite e il punctum, come rileggere un capolavoro (Museo Capitolare Diocesano, Foligno, 2021); Real Utopias (Maison R&C, MANIFESTA13 Les Parralèles du Sud, Marsiglia, 2020); Climax (AlbumArte, Roma, 2019); Fenêtre jaune cadmium (Institut Français | CCSL, Roma, 2018); Hors les murs(Galerie]S[Mortier (Digital District Art, Paris, France, 2017); Tutorial Sirtaki (MAXXI, Roma, 2017); Artisti a confronto (Suzhou Jade Carving Art Museum, Suzhou, Cina, 2016); XXVI° Biennale di Scultura (Palazzo Ducale, Gubbio, 2016); Seminaria Sogninterra(Festival Biennale di Arte Ambientale, Maranola, 2016); Ecstatic motion (Arteealtro, Roma, 2016); Dodici stanze (CIAC, Genazzano, 2015); Artsiders (Galleria Nazionale dell’Umbria, Perugia, 2014); Les révoltes logiques (Arteealtro, Roma e presso Intragallery, Napoli, 2014); Entre Nous #2 (Muga, Roma, 2014); Circumambulazione (Ex Elettrofonica, Roma, 2009), seguita dai Martedì Critici (Via Carlo Botta 28, Roma, 2010); Godart (MuseoLaboratorio Ex Manifattura Tabacchi, Città Sant’Angelo, 2009 e 2010); Instead of here (Ex Elettrofonica, Festival Euromediterraneo Altomonte, 2010); Geografia della soglia (Ninni Esposito arte contemporanea, Bari, 2010); Premio Giovani 2009 Segnare / Disegnare ( Accademia Nazionale di San Luca, Roma, 2009).

È docente di Tecniche Performative per le Arti Visive all’Accademia di Belle Arti di Lecce.

Immagine: Delphine Valli, Tensioni in superficie I, 2019, courtesy l’artista