Google + Youtube Youtube

Iulia Ghiță. HE FAILED TO SAVE THE ONE HE LOVED MOST

March 23, 2021 by Staff

3-landscape-2-2017-18-616-video-video-still

AlbumArte

presenta

 Iulia Ghiță

HE FAILED TO SAVE THE ONE HE LOVED MOST

a cura di Marta Silvi

Da lunedì 12 Aprile a mercoledì 5 maggio 2021

Visita privata su appuntamento fino al 26 aprile poi ingresso contingentato Secondo le regole sanitarie 

Clicca QUI pre prenotare la tua visita

Abbiamo comunque allestito la mostra mostra personale dell’artista Iulia Ghiță dal titolo HE FAILED TO SAVE THE ONE HE LOVED MOST, a cura di Marta Silvi, da lunedì 12 aprile, non aprendola al pubblico, ma solo a visite private e di ricerca scientifica. Da lunedì 26 aprile, apre al pubblico con ingresso contingentato

Poco più di un anno fa AlbumArte diramava il comunicato di una mostra che il primo lock down avrebbe costretto poi a cancellare, relegandola nell’etere dei progetti sospesi. Il lavoro di Iulia Ghiță non si è però interrotto, bensì ha rafforzato le sue domande e arricchito la possibilità delle sue risposte, approfondendo temi e argomenti in nuce al lavoro stesso, rendendoli particolarmente aderenti alle riflessioni scaturite in questo tempo difficile e dilatato. 

Così scrivevamo, inconsapevoli della tempesta che si sarebbe abbattuta di lì a poco sul genere umano: “il lavoro di Iulia Ghiță ha un forte carattere installativo, anche quando impiega il disegno e la pittura, così come la fotografia e il video. L’artista è interessata al rapporto/conflitto/tensione che si innesca tra il limite della misura umana e il tentativo di dare una forma finita a cose incomprensibili.”

Misura umana e cose incomprensibili sono il binomio caratterizzante, i due poli di tensione che generano il campo di ricerca su cui da sempre l’artista indaga e che, quest’ultimo anno con maggiore evidenza, è diventato orizzonte e limite di considerazioni quotidiane. Iulia esplora vie di conoscenza difficili da accettare come tali: sogni, rivelazioni, premonizioni, profezie, visioni. L’artista si interroga su forma e collocazione che temi sconfinati come la fiducia e la conoscenza possono assumere.

La mostra si sviluppa intorno a tre corpi di opere: due videoinstallazioni multicanale che riprendono diversi angoli della natura, LANDSCAPE2 (2017/2018) e LANDSCAPE4 (2018-20), e numerosi disegni su carta a parete che si intersecano a tratti con le stesse proiezioni, Life from herself (understood) (2016/20), Closed circle (2018-20), Untitled (2020), There was a beautiful vase at her home/the truth resides in the object, not in the word (2019). 

I lavori, a prescindere dal medium impiegato, esasperano lo sguardo ammirato verso la natura circostante come una via di conoscenza alternativa all’indagine e alla pretesa di empatia. Un modo di vedere e di intendere la vita “così com’è” ritrovato successivamente dall’artista nelle teorie del filosofo svizzero Paul Häberlin, che allo stesso modo raccontava l’esistenza umana. 

Oltre al progetto originario, la mostra si è arricchita di una forte componente pittorica e narrativa scaturita intorno al tema della cura, della terapia nel senso etimologico del termine, ispirata all’approfondimento di una figura cui da tempo Iulia Ghiță sta rivolgendo la sua attenzione: l’arcivescovo San Luca, al mondo Valentin Feliksovič Vojno-Jaseneckij, vissuto in territorio russo tra il 1877 e il 1961, noto per le sue importanti conquiste scientifiche nel campo medico chirurgico e per la profonda pìetas che ha accompagnato la sua vita e le sue azioni, che ispira la grande tela THEY BELIEVED THAT THE MERE TOUCH WOULD HELP THEM HEAL FROM ANY ILLNESS.

Cosa può l’arte davanti a situazioni critiche, di bisogno fisico? L’artista sembra porsi un quesito esistenziale semplice quanto fondamentale. La risposta non è ovvia né univoca e va anzi stimolata in maniera collettiva.

 

IN COLLABORAZIONE CON                                         SI RINGRAZIA 

                  

           

COMUNICATO STAMPA >>>

TESTO CRITICO >>>

COMPENDIO AL TESTO CRITICO scritto dai ragazzi del Corso Management per l’Arte 2020/21 Prof.ssa Marta Silvi >>>

INVITO >>>

REGOLE DI ACCESSO PER EMERGENZA COVID-19 >>>


Search

Newsletter

PROGETTI IN CORSO

CHASING BOUNDARIES
Continua

AlbumArte VideoArtForum
Continua

PROGETTI FUTURI

PROGETTI PASSATI

19-20 gennaio 2021
Sonia Andresano | BARCODE

Continua

13 gennaio 2021
EVENTO ONLINE | Dreamland. I confini dell’immaginario

Continua

22 dicembre 2020
Sta scrivendo...

Continua

23 settembre – 31 ottobre 2020
Sandro Mele. Paradigma

Continua

24 giugno - 17 luglio 2020
Sonia Andresano. Allegra ma non troppo

Continua

12 marzo – 3 aprile
AlbumArte | Virtual Exhibition DA CASA. Abitare il tempo sospeso

Continua

16 gennaio – 29 febbraio 2020
Anna Raimondo. Fronte Nazionale Naso Partenopeo

Continua

7 novembre - 7 dicembre 2019
What is happening with sleep today?

Continua

11 dicembre 2019
AlbumArte 20x20, 2019

Continua

12 ottobre 2019
Kristina Inciuraite | The Fragment as a Proverb

Continua

16 settembre - 26 ottobre 2019
Kristina Inciuraité. Reflecting Women

Continua

18 giugno - 19 luglio 2019
Alessandro Giannì. L'apocalisse dell'ora

Continua

21 maggio - 4 giugno 2019
Delphine Valli. CLIMAX

Continua

16 aprile - 11 maggio 2019
RE:HUMANISM Art Prize. Mostra Finalisti

Continua

16 gennaio - 28 febbraio 2019
Angelo Bellobono | Linea Appennino 1201

Continua

19 dicembre 2018
Lori Adragna | Il corpo delle donne

Continua

29 novembre - 1 dicembre 2018
Sonia Andresano | Peso leggero

Continua

3 ottobre - 15 novembre 2018
About Books | Shubigi Rao - Jaro Varga

Continua

17-21 settembre 2018
MAGIC CARPETS ITALIA

Continua

5 giugno - 20 luglio 2018
Las Mitocondria | Hysteria. De Secretis Naturae

Continua

26 aprile 2018
Juliet Jacques: Fiction, memoir, performance

Continua

3 - 16 maggio 2018
Zaelia Bishop | Uranio Cemento e Grafite

Continua

7 marzo - 21 aprile 2018
PARADISO

Continua

15 febbraio - 1 marzo 2018
Dario Agati - Fabio Giorgi Alberti | Quite solo

Continua

29 gennaio - 10 febbraio 2018
Cosimo Veneziano | Rompi la finestra e ruba i frammenti!

Continua

23 novembre 2017 - 20 gennaio 2018
Residenze #3 | Juan Zamora | ORA (bajo al cielo de la boca)

Continua

24 novembre 2016 - 2 dicembre 2017
Donne (non più) anonime

Continua

15 novembre 2017
Elisa Strinna | THE MULTIPLE LANDSCAPE

Continua

14 novembre 2017
Chasing Boundaries Belfast - prima italiana

Continua

18 settembre - 11 novembre 2017
Egle Budvytyte | Tra ciglia e pensiero

Continua

14 ottobre 2017
Egle Budvytyte | Choreography for the Running Male

Continua

14 giugno-21 luglio 2017
Iginio De Luca | Riso amaro (Dieci anni di blitz)

Continua

5 giugno 2017
Donne (non più) anonime | Teresa Margolles

Continua

18-19 maggio 2017
Elena Bellantoni | Maremoto

Continua

23-26 maggio 2017
Ferhat Özgür | Conquest

Continua

3-14 maggio 2017
Homo faber | Ipsius fortunae di Marroni – Ouanely

Continua

15 febbraio - 27 aprile 2017
Campo Grossi Maglioni

Continua

8 febbraio 2017
ROMA - 3 VARIAZIONI (2017) di José Guerrero / Antonio Blanco

Continua

3 e 4 febbraio 2017
Chasing Boundaries cap. I - II

Continua

6 dicembre - 31 gennaio 2017
Residenze #2 | Sabrina Casadei- A Thousand Miles Away

Continua

18 gennaio 2017
Exploring ... | Step 1

Continua

11 ottobre - 26 novembre
AlbumArte presenta Residenze #1 | Flavio Favelli - Gianni Politi

Continua

15 ottobre 2016 ore ore 18.30
AlbumArte | Music #1 | Ofer (concerto pilota)

Continua

14 - 30 settembre
AlbumArte presenta 'Monte Inferno'

Continua

4 Maggio - 15 Luglio 2016
AlbumArte presenta “Sogni d’oro”

Continua

10 Febbraio - 16 Aprile 2016
AlbumArte | VideoArtForum. Rassegna di Film d’Artista e Videoforum in cinque appuntamenti: #1 Margherita Morgantin, #2 Driant Zeneli, #3 Ferhat Özgür, #4 Anna Franceschini, #5 Francesco Jodice

Continua