Google + Youtube

Margherita Moscardini | Istanbul City Hills On the Natural History of Dispersion and States of Aggregation

June 26, 2013 by Staff

top-events

AlbumArte, l’Ambasciata d’Italia in Turchia e l’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul
presentano:

Istanbul City Hills – On the Natural History of Dispersion and States of Aggregation
Istanbul | marzo – ottobre 2013
| Opening mostra personale 12 settembre 2013

SCARICA IL COMUNICATO STAMPA

Istanbul City HillsOn the Natural History of Dispersion and States of Aggregation fa parte della seconda edizione di Anteprima, il programma internazionale di scambi culturali di AlbumArte e viene presentato come Evento Parallelo della XIII Biennale di Istanbul.

L’idea di avviare, all’interno di Anteprima, un progetto di residenze d’artista, è nata dalla constatazione che sempre più spesso l’arte si identifica con un processo di ricerca avviato nel luogo dove l’opera verrà esposta. È una pratica che permette agli artisti di confrontarsi con altre realtà culturali e, soprattutto in un momento in cui l’arte italiana soffre di poca visibilità all’estero e non ha un efficace sistema che la sostenga, AlbumArte ha considerato opportuno offrire agli artisti italiani l’opportunità di crescere e misurarsi con la scena internazionale attraverso residenze collegate e coprodotte da istituzioni pubbliche italiane all’estero. L’artista scelta da AlbumArte per la residenza di Anteprima#2 a Istanbul è Margherita Moscardini (Donoratico, LI, 1983)

Istanbul City HillsOn the Natural History of Dispersion and States of Aggregation è stato prodotto da AlbumArte, Ambasciata d’Italia in Turchia e Istituto Italiano di Cultura di Istanbul, con il supporto di Agi Verona Collection, Verona e Visioni Future, Potenza.

Il progetto è strutturato in un soggiorno di ricerca presso Palazzo Venezia, residenza dell’Ambasciatore d’Italia a Istanbul e la mostra personale dell’artista a conclusione del percorso, nella sala del Circolo Roma, ospitato nello stesso edificio dell’Istituto Italiano di Cultura. Sebbene all’inizio la residenza fosse stata pensata come un unico periodo di soggiorno, è stato poi riformulato in quattro periodi di residenza, i primi due puramente ricognitivi e i secondi due di ricerca e lavoro, per un totale di diverse settimane e ciò ha consentito all’artista di lavorare innanzitutto a un progetto, oltre che alla produzione di una mostra. Il progetto, a cura di Maria Rosa Sossai, nasce all’inizio del 2013 e si sviluppa fino a ottobre.

Il tema della riflessione dell’artista, è quello della XIII Biennale di Istanbul: il cambiamento continuo della città e la sua gentrificazione. Margherita Moscardini arriva in residenza per il suo periodo di ricerca e produzione il primo giorno delle proteste per Gezy Park a Piazza Taksim, questo porterà l’artista a vivere molto intensamente la sua esperienza e a produrre un lavoro profondo, interessante ed evocativo.

La mostra personale Istanbul City HillsOn the Natural History of Dispersion and States of Aggregation è stata formata da più elementi. L’istallazione principale è composta da 3000 kg di frammenti di vetro e lastre di vetro sagomate (dimensioni variabili prodotte ad hoc) provenienti dalla discarica del vetro di Istanbul, dove finiscono le lastre delle finestre dei palazzi distrutti di tutta la città vecchia per essere poi ricostruiti. Il totale dei frammenti di vetro è installato a terra direttamente sul pavimento e la forma di questo speciale tappeto, elemento evocativo dell’Islam, è quella di Istanbul, con le sue colline e i suoi mari. La visibilità dell’intervento è affidata alla luce naturale diffusa nell’ambiente e dalla luce artificiale proveniente dagli ambienti adiacenti.

Nella stanza accanto, un video (HD, sound, 5.30”; videoproiezione a parete in loop) e uno still da video (stampa digitale a colori su carta, cm 100×70, tiratura illimitata) che presentano il lavoro della discarica. Sulla parete vicina, una carta geografica illustra l’area di Istanbul. Una legenda riporta lo stato delle demolizioni passate, in corso e in progetto. L’aggiornamento della mappa è annuale e a cura dell’artista.

Una copia della mappa non piegata è appesa a una delle pareti in prossimità dell’intervento e vicino alla didascalia. Altre copie in distribuzione (circa trenta alla volta) sono esposte in un raccoglitore trasparente di plexiglas appeso al muro.

Viene prodotto anche On the Natural History of Dispersion and States of Aggregation, 2013 (vetro, cm 100×160 cm, realizzato da Vetroricerca, Bolzano).
La lastra è ottenuta attraverso la fusione di 30 kg di rottami di vetro di finestre che da Istanbul hanno raggiunto Bolzano per essere fusi in un foglio. La vetrata irregolare è stata pensata per essere sovrapposta all’infisso della finestra che, dal salotto blu al piano nobile di Palazzo Venezia, è orientata verso il Bosforo.

Nell’ottobre 2013 il progetto di Margherita Moscardini Istanbul City HillsOn the Natural History of Dispersion and States of Aggregation viene acquisito dal Museo MAXXI, Museo Nazionale delle Arti del XXI secolo, che segue il progetto fin dall’inizio, entrando a far parte della  collezione permanente del Museo.

Al MAXXI è stato poi presentato, l’11 ottobre 2014, durante la Giornata AMACI, il libro dallo stesso titolo della mostra, parte integrante del progetto: un racconto corale sull’esperienza dell’artista, di chi l’ha aiutata, di chi ha incontrato, e di alcuni intellettuali turchi, edito in inglese da Libria Edizioni.



Istanbul City HillsNatural History of Dispersion and States of Aggregation
Istanbul, Marzo | Ottobre 2013
Artista Margherita Moscardini
A cura di Maria Rosa Sossai
Prodotto da AlbumArte, Roma, Ambasciata d’Italia in Turchia, Istituto Italiano di Cultura di Istanbul.
 Con il supporto di Agi Verona Collection, Verona e Visioni Future, Potenza
Residenza d’artista a Palazzo Venezia, Residenza ufficiale dell’Ambasciatore d’Italia a Istanbul
Mostra personale presso l’Istituto Italiano di Cultura di Istanbul, 12 settembre – 3 ottobre del 2013 (sala Circolo Roma).
Produzione e Ricerca Eugenio Crifò
Coordinatore Alper Sen
Consulenza Artikisler Videocollective, Istanbul / Ankara.
Supporter tecnico Vetroricerca Glass & Modern, Bolzano, Italia.

Con la preziosa collaborazione di:
Artikisler Video Collective (artista, Ankara-Istanbul), Rusen Aktas (curatore d’arte, Londra-Istanbul), il signor Atalay (proprietario Ozen Cam, Istanbul), Hera Buyuktasciyan (artista, Istanbul), Cataldo Colella (presidente di Visioni Future), Alessandro Cuccato (progettista-ricercatore, Bolzano), Giorgio Fasol (collezionista d’arte, Verona), Luca Gasperini (scienziato ISMAR-CNR, Bologna), Korhan Gumus (architetto, Istanbul), Mehmet Kacmaz (foto-giornalista, NARphotoAgency, Istanbul), Jakob Racek (manager culturale per l’Europa sud-orientale, Goethe Institute di Praga), Moira Valeri (architetto e docente, Istanbul), Erdem Ungur (architetto, Istanbul), Isik Gulkaynak (architetto, Istanbul).

AlbumArte ringrazia: Rusen Aktas, Ahmet Aydin, Ali, Atalay, Alessandra Barbuto, Simona Brunetti, Hera Buyuktasciyan, Pippo Ciorra, Cataldo Colella, Eugenio Crifò, Alessandro Cuccato, Ilenia D’Ascoli, Paola de Pietri, Irene de Vico Fallani, Giorgio  Fasol, Luca Gasperini, Margherita Guccione, Korhan Gumus, Hou Hanru, Mehmet Kacmaz, Gunes Nusuh, Beral Madra, Anna Mattirolo, Lorenzo Mazzoni, Niccolò Mazzoni, Melek, Virgilio Perez, Giulia Prati, Jakob Racek, Caterina Riva, Gianpaolo Scarante e Barbara Marengo Scarante, Maria Luisa Scolari, Alper Sen, Moira Valeri, Nadia Vitari, Erdem Ungur e Isik Gulkaynak, Diego Zuelli.

 

 


Search

Newsletter

PROGETTI IN CORSO

23 novembre 2017 - 20 gennaio 2018
Residenze #3 | Juan Zamora | ORA (bajo al cielo de la boca)

Continua

CHASING BOUNDARIES
Continua

PROGETTI FUTURI

29 gennaio - 10 febbraio 2018
Cosimo Veneziano | Rompi la finestra e ruba i frammenti!

Continua

PROGETTI PASSATI

24 novembre 2016 - 2 dicembre 2017
Donne (non più) anonime

Continua

15 novembre 2017
Elisa Strinna | THE MULTIPLE LANDSCAPE

Continua

14 novembre 2017
Chasing Boundaries Belfast - prima italiana

Continua

18 settembre - 11 novembre 2017
Egle Budvytyte | Tra ciglia e pensiero

Continua

14 ottobre 2017
Egle Budvytyte | Choreography for the Running Male

Continua

14 giugno-21 luglio 2017
Iginio De Luca | Riso amaro (Dieci anni di blitz)

Continua

5 giugno 2017
Donne (non più) anonime | Teresa Margolles

Continua

18-19 maggio 2017
Elena Bellantoni | Maremoto

Continua

23-26 maggio 2017
Ferhat Özgür | Conquest

Continua

3-14 maggio 2017
Homo faber | Ipsius fortunae di Marroni – Ouanely

Continua

15 febbraio - 27 aprile 2017
Campo Grossi Maglioni

Continua

8 febbraio 2017
ROMA - 3 VARIAZIONI (2017) di José Guerrero / Antonio Blanco

Continua

3 e 4 febbraio 2017
Chasing Boundaries cap. I - II

Continua

6 dicembre - 31 gennaio 2017
Residenze #2 | Sabrina Casadei- A Thousand Miles Away

Continua

18 gennaio 2017
Exploring ... | Step 1

Continua

11 ottobre - 26 novembre
AlbumArte presenta Residenze #1 | Flavio Favelli - Gianni Politi

Continua

15 ottobre 2016 ore ore 18.30
AlbumArte | Music #1 | Ofer (concerto pilota)

Continua

14 - 30 settembre
AlbumArte presenta 'Monte Inferno'

Continua

4 Maggio - 15 Luglio 2016
AlbumArte presenta “Sogni d’oro”

Continua

10 Febbraio - 16 Aprile 2016
AlbumArte | VideoArtForum. Rassegna di Film d’Artista e Videoforum in cinque appuntamenti: #1 Margherita Morgantin, #2 Driant Zeneli, #3 Ferhat Özgür, #4 Anna Franceschini, #5 Francesco Jodice

Continua